I RISVOLTI GREEN

Non è tutto oro ciò che luccica. A distanza di poco, oltre ai maggior costi si aggiunge il problema della sostenibilità dei prodotti.

Cresce sempre di più la spinta dei Governi verso la decarbonizzazione, accompagnata a un maggior costo dei componenti che diventerà parte integrante di questo processo.

Ma il tallone d’Achille di questo percorso potrebbe essere proprio la durata delle batterie che, come già riportato nell’intervista a Mario Gnutti, sarà di certo utile per la percorrenza di brevi tratti di strada ma per quanto riguarderà i trasporti merci? Si potrebbe pensare che da qui al 2035, gli investimenti potrebbero interessare lo sviluppo di una batteria con maggiore efficienza.

Ma diamo uno sguardo al consumatore medio.

Il prezzo oggi di un’auto elettrica non interessa questa fascia di popolazione e, qualora la interessasse, bisognerà tenere conto delle colonnine di ricarica che ognuno di noi dovrà avere presso la propria abitazione. Con l’aumento dei prezzi dell’energia a quanto ammonterà una ricarica della nostra autovettura? Citiamo alcune delle ultime notizie di questi giorni: “Duferco che ha portato da 25 a 129 euro al mese il costo della tariffa flat per l’utilizzo delle colonnine Quick e Fast con potenza fino a 50 kW. Enel X dal 7 marzo 2022 applica l’aumento sulle tariffe di ricarica a consumo” (newsauto.it).


QUALCHE DATO ALLA MANO PER IL MERCATO ELETTRICO, A CHE PUNTO SIAMO?

26/05/22

VENDITE: nel 2020 in Europa le automobili elettriche e ibride vendute sono state l'11% del totale, in Italia la percentuale è stata addirittura del 38% (anche se, rispetto al totale di automobili su strada, quelle elettriche o ibride rappresentano ancora s

Read more All Events


Workshop Metalli Online -7 Aprile 2022 ore 10:00

14/03/22

Cell-Data International organizza:  

Strumenti per difendere la nostra attività a seguito di una pandemia, una guerra e cos’altro?

La produzione sostenibile è utopia? Le

Read more Tutti i seminari